venerdì 30 novembre 2012

CHINE VAG...ABONDE


Lo scorso post si intitolava “Sui due vagabondi e sul loro Radio Punx”, e mi è piaciuto.
Perché “vagabondo” è una parola che adoro. E, a leggerla bene, dipinge alla perfezione la condizione mia e di Jean Claudio di questi ultimi cinque anni.
Da quando, cioè, gli ho proposto di fare Radio Punx.

Quanti chilometri abbiamo fatto grazie a questa storia?
Siamo partiti un sacco di volte, e quindi un sacco di volte siamo un po' morti.
Ché partire è un po' etc etc.

Nella foto, un anziano qualsiasi ci dà dentro con i gesti apotropaici

Ma quella volta...
Quella volta fu strana forte. Lo è ancora, strana forte, a pensarci.

È il 2007, e noi partecipiamo a un concorso. In Italia è il concorso per “nuovi” fumettisti più importante. Mandiamo le tavole in ritardo, un attimo dopo l'ultimo momento disponibile.
Partecipiamo sì, ma mica ci crediamo così tanto.
Se selezionati, i finalisti dovranno parlare del loro progetto, durante la Fiera di Lucca, davanti a editori VERI, che possono farlo diventare un libro VERO.
Tipo questo, per intenderci, solo con gente meno brava a farlo.

Partecipiamo sì, ma -diciamola tutta- non ci crediamo per un cazzo.
Tanto per un cazzo che ci facciamo i biglietti dell'aereo per il giorno successivo a quello della potenziale discussione con gli editori. Editori VERI, ci tengo a ribadirlo.
Tanto, figurati se.

Poi ci telefona uno. Un tizio che poi, anni dopo, diventerà un barbuto cui vogliamo bene. Ci chiama da Lucca. Lucca Comics. Ci dice che siamo in finale al concorso. Penso a uno scherzo. Ho amici bastardi, li conosco bene i loro scherzi, questo è proprio lo stile tipico di
No. Niente scherzi. Il prefisso è esatto, e non proviene dal Regno di Sardegna. Arriva dal Granducato di Toscana.

Ci tocca rifare i biglietti, porco Andreotti.
Non diciamo nulla perché non vorremmo essere troppo didascalici

Ricordo il viaggio in aereo. Io e Jean eccitati come bambini, pieni di speranze e di “ma ti immagini se”. Ridiamo, fibrilliamo (eh? Boh.).
Poi, sogghignando, lui mi confessa di aver lasciato a casa le tavole originali.
A casa. A tipo novantamilionidichilometri da Lucca.
Il gelo.
"Cosa CAZZO hai fatto, Jean? COSA-CAZZO-HAI FATTO?"

Io mi chiudo in me stesso, un broncio che nemmeno Arnold con Willis. Diciamola tutta: lo voglio accoltellare, gli voglio mangiare il cuore, togliere lo scalpo, mitragliare con un kalashnikov cazzo. Mi blocca il fatto che mi ingabbierebbero e non potrei diventare un fumettista famoso.
Non gli parlo per tipo due ore. Ricomincio quando l'autobus arranca per quelle eccezionali strade lucchesi piene di alberi che perdono foglie gialle. Uno stereotipo d'autunno, in un periodo in cui da noi si va ancora in giro con quella nostra maglietta fina, alla Baglioni.
Ricomincio a parlargli, ma lo guato con occhi iniettati d'odio. Roba che adesso mi appenderei per le palle, se avessi il coraggio di farlo. Lo perdono solo quando, arrivati davanti alla commissione, capisco che praticamente nessuno dei concorrrenti ha portato le tavole originali.
Mi ci vuole quella consapevolezza e una birra. Anche due. Dopo la seconda birra divento come san Francesco, potrei perdonare Charles Manson.
Figuriamoci il socio, che gli voglio un bene dell'anima.

Comunque, la taglio corta.
No, non vinciamo. Arriviamo in finale e non vinciamo. Come l'Olanda di Crujiff.
Lo sai cosa diceva Pezzali, no? È la dura legge del gol, Johan.

Ché a vincere subito non c'è gusto (I'm a loser, baby, so why don't you kill me?). Prima bisogna viaggiare di nuovo, aereo treno nave (rigoroso passaggio ponte) auto bici pullman piedi.

Ce lo dice il nostro nome: siamo Chine Vaganti. Dobbiamo muoverci, per non seccarci.
Muoverci.
Per non.
Seccarci.

Grazie, Radio Punx. Grazie, Chine Vaganti.

Per comprare il libro, clicca QUI

venerdì 9 novembre 2012

Sui due vagabondi e sul loro Radio Punx


C'è da dire che Andrea e Jean Claudio, negli ultimi anni, hanno lavorato bene, cominciando il progetto Radio Punx quasi in sordina per poi portarlo a termine nei migliori dei modi, con un bel formato libro.
Sono appena tornati da Lucca Comics & Games 2012 con un'esperienza in più e tanta soddisfazione perché il loro lavoro piace. Attendiamo anche questi momenti, no?
Ma la verità è che piace il loro modo di fare e di porsi. Di agire e di progettare. Di sognare e di proporre. E noi non possiamo che essere fieri di come rappresentano tutta l'associazione fuori da casa.
Attendiamo che siano loro stessi a fare una piccola presentazione di Radio Punx, in questo nostro blog e nel mentre vi proponiamo un link che parla dei nostri due vagabondi.


Cagliaripad (edito da Green Comm Services), versione pdf online. Grazie.

... E passarono due anni!


No, non è uno di quei film anni '70 pieni di punti di sospensione nei titoli.
E' che nell'ultimo post annunciavamo la nostra partenza a Lucca e poi più nulla. Mica ci siamo persi in Toscana e non siamo neppure scappati col malloppo! anche perché non esiste nessun malloppo. Magari saremmo voluti restare a Lucca, perché è bellissima. Ma neanche questo, no. E siccome riprendiamo il Blog con un nuovo post di Lucca, quello del 2012 a manifestazione appena conclusa, poteva sembrare che davvero fossimo rimasti là per due anni. Non è così.
Ci siamo persi il Blog, tutto qua. Davvero, davvero. Oh, capita. Nel mentre abbiamo fatto tante cose e tante le stiamo ancora facendo. Ma a quanto pare ci siamo persi il Blog. Dimenticati, tra le altre cose, di aggiornarlo. Capita, quando ci sono tante persone che potrebbero farlo, ma nessuno che è li apposta per farlo.
Comunque ci saranno un sacco di novità da ora in poi.
Prima di tutto racconteremo qualcosa dell'ultima edizione di Lucca Comics and Games, perché anche quest'anno eravamo presenti. In pochi, purtroppo, ma c'eravamo. Vi parleremo degli amici che abbiamo incontrato e dei loro bellissimi progetti e dei nuovi amici che abbiamo conosciuto e pure dei loro progetti.
Parleremo di tutto questo, di Radio Punx che ci preme tantissimo, visto che il libro è stato realizzato dalle Kine Andrea e Jean, e di tante altre cose perché come stavo dicendo prima, ci saranno un sacco di novità, compreso il fatto che ci saranno due persone apposta per aggiornare il nostro blog, più una per il restyling grafico.
Parleremo del nuovo organigramma (nuovo presidente e nuovi tutti, insomma), la nuova tessera 2013 e il calendario 2013 (ops, questo forse non dovevo dirlo). E poi... vabbeh, tutte chiacchiere, queste. Seguiteci e vedrete.

mercoledì 27 ottobre 2010

si parte

È arrivato il momento, finalmente. È stata una settimana concitata. Devo aver fatto 700 cose contemporaneamente. Ho finito solo ora. Tutto il mese è stato pesante. E ancora non è cominciata, visto che Lucca parte il 29.
Quando saremo li, però, l'adrenalina aumenterà. Per riprendere fiato bisogna aspettare a novembre. E non capisco perché continuo a scrivere queste frasi brevissime.

lunedì 25 ottobre 2010

Sito ufficiale

Eccolo finalmente, la prima versione del sito ufficiale della nostra associazione.
Stiamo già lavorando per mettere online una versione più "elegante", ma per ora ci accontentiamo di questa.
Potrete scaricare l'anteprima della rivista Macchie d'Inchiostro, segnalibri e sfondi per il Desktop ispirati dai disegni dei nostri soci.

Il link è questo, buona navigazione.


mercoledì 6 ottobre 2010

Al via le riprese di Cronaca Nera

Eccolo qua. Il primo attore che sveliamo è Daniele Mocci, storico socio della nostra amata associazione (interpreta "Il giornalista").
Dopo aver completato il cast tecnico e il cast artistico (gli attori), siamo partiti subito con le riprese.
Già fra pochi giorni ci sarà una sorpresa speriamo gradita, visto che saremo in grado (speriamo) di rilasciare il primo teaser del film.
Come già detto, dunque, Daniele interpreta "Il giornalista" e sebbene non sia uno dei personaggi principali, avrà un ruolo fondamentale rispetto alla storia. Ma non voglio svelare altro.
Il set è stato allestito nella redazione di Unica Radio, la web radio degli studenti universitari di Cagliari. Li ringraziamo naturalmente per l'accoglienza e perché ci stanno aiutando concretamente in questo progetto.
Ora non ci resta che girare una cinquantina di scene e avremo finito...

venerdì 1 ottobre 2010

Resto Mancia N°1 - Tutto da sfogliare

Di Resto Mancia N°1 ne avevamo già parlato qui.
Ora potete leggerlo tutto d'un fiato sul vostro PC, dovete soltanto cliccare sull'anteprima.
Vi ricordiamo che questa rivista è autoprodotta, che è il frutto di un duro lavoro di alcuni ragazzi all'esordio (nel senso che prima non avevano mai fatto fumetti!) e che, il loro, è vero amore per la nona arte!

Buona lettura!

lunedì 27 settembre 2010

Il mistero della rece ritrovata


"Se ne parlava proprio alcuni giorni fa. È difficile tenere d'occhio tutte le info che ci riguardano dentro il grande mare della rete. Detto fatto. In una mia lunga escursione tra i siti e i suoi link mi sono imbattuto in questa recensione fata chissà esattamente quando. La foto indica il MdI n°6 quindi presumibilmente si tratta del 2006.
L'autore della recensione è Leonardo Vietri con il quale ci scusiamo per non averlo nemmeno ringraziato ed è inserita nel portale Satyrnet." (Kina)

In realtà, Leronardo lo abbiamo ringraziato eccome!!!
Abbiamo avuto anche uno scambio di (diverse) mail ed è proprio grazie a quello scambio che lui ha fatto la sua recensione.
Se poi ricordo bene, aveva fatto una recensione anche per
Lo Straniero Senza Nome.
E' passato un bel po' di tempo, ma mi pare che fosse stato Jean il canale ti trasmissione tra noi e Satyrnet. (Daniele)

Per leggere la recensione cliccate qui
Per leggere la rece "Lo straniero senza nome" cliccate qui

martedì 21 settembre 2010

Lapis in Gurgos - Racconti, immagini e fumetti a Orosei

Orosei (NU), settembre 2010.

Organizzata dall'associazione culturale Vivere il centro Storico, Lapis in Gurgos (matite nei vicoli) è una interessante manifestazione culturale che si terrà dal 22 al 25 settembre negli antichi "gurgos", i vicoli, del paese.

Molto più che una "comune" rassegna fumettistica, Lapis in Gurgos coniuga narrativa, illlustrazione e fumetto vero e proprio con le bellezze storiche, architettoniche, naturalistiche di Orosei, oltre che con le sue bontà culinarie (il che non guasta mai!).

Alcuni autori di fumetto (tra cui la "China Vagante" Daniele Mocci) si produrranno in una trasposizione a fumetti di brevi racconti di narrativa scritti da autori e appassionati locali. E lo faranno "live" per il pubblico, direttamente nei vicoli del paese. I racconti, caratterizzati da atmosfere cupe, tra il mistery e il noir, sono tutti ambientati nei vicoli, nelle piazze e in altri luoghi storici del paese.
Nello specifico, Daniele farà la trasposizione a fumetti di due racconti, scrivendo due brevi sceneggiature che saranno disegnate dai bravissimi Manuelle Mureddu e Massimo Dall'Oglio.

Alcune mostre con le opere degli artisti presenti e numerosi incontri con gli autori dedicati alle scolaresche, ai curiosi, agli appassionati e agli addetti ai lavori animeranno il centro storico di Orosei per quattro giorni.

Da parte di Daniele, un grazie di cuore all'organizzazione per il graditissimo invito.
Un grazie particolare va invece a Manuelle Mureddu per la sua gentilezza e la sua competenza.

Lapis in gurgos fumetti e illustrazione in presa diretta.
Orosei, 22 - 25 settembre 2010.
Con GIANLUCA GAROFALO, ANGELO MONNE, MANUELLE MUREDDU, MASSIMO DALL’OGLIO, DANIELE MOCCI.
Special guest: BRUNO ENNA, BEPI VIGNA.
Direzione: CRISTINA PINNA.
Laboratorio del fumetto a cura di: M.A.N. Gianluca Mele

mercoledì 1 settembre 2010

Le nostre Kine a Cuncambias 2009

Questo video risale al 2009, in occasione della nostra partecipazione a Cuncambias.
Potete vedere il video originale in questa pagina Youtube.